lunedì 14 ottobre 2013

Polpettine fritte

Le trovavo pronte in tavola, calde e croccanti, quando tornavo da scuola morta di fame... che delizia!! Mamma mi ha insegnato a preparare le polpette fritte schiacciate anziché sferiche, cuociono meglio all'interno e non si bruciacchiano fuori. Io ho elaborato questa variante con le patate lesse.
















Cosa ti occorre: 500 gr di macinato di vitellone – 3 uova – 1 grossa patata (circa 200 gr) – 3 cucchiai colmi di parmigiano o grana grattugiato – una grattata di noce moscata – una manciata di prezzemolo tritato – sale q.b. - pane grattugiato q.b. - 300 cl di olio di semi per frittura.

Come devi fare: fai lessare la patata, sbucciala ancora calda e schiacciala con uno schiacciapatate o con una forchetta.

Metti il la carne macinata in una terrina e condiscila con la patata schiacciata, le uova, il parmigiano, la noce moscata, il prezzemolo ed il sale (tieni conto che devi salare sia la carne che la patata). Con un cucchiaio lavora bene l'impasto sino a che le uova non siano ben assorbite ed il composto sia sodo ed omogeneo, quindi con le mani bagnate forma delle sfere di circa 4 cm di diametro.
Metti ora in un piatto piano il pane grattugiato e, su questo, schiaccia le polpettine riducendole ad 1 cm circa di spessore e rigirandole su entrambi i lati in modo da impanarle per bene. Friggi le polpettine in abbondante olio di semi ben caldo girandole di tanto in tanto. Quando sono dorate, toglile dall'olio, falle scolare sulla carta da cucina e servile con un contorno di verdure.
Posta un commento