giovedì 14 novembre 2013

Orata in buona compagnia

Il pesce, per venir buono, deve essere freschissimo e questo si sa. Seconda regola, se hai un pesce di qualità come l'orata, è meglio elaborarlo il meno possibile. Quindi cuocere il pesce intero, in modo che la carne resti bella soda e racchiuda tutto il profumo del mare, ed aggiungere pochi e semplici ingredienti... più che condire devono far sentire il pesce in buona compagnia!

baked sea bream














Cosa ti occorre: Una bella orata da circa 800 gr – 1 spicchio d'aglio – 1 rametto di rosmarino – 200 gr circa di patate – 200 gr circa di pomodorini ciliegino – 4 cucchiai d'olio extravergine di oliva Cherchi – ½ bicchiere di Vernaccia – sale e limone q.b.


Come devi fare: spancia per bene l'orata ma non squamarla. Se la fai pulire dal pescivendolo ripassala per togliere eventuali residui di interiora e sangue, se l'hai pescata tu puliscila direttamente in mare. Dentro la pancia del pesce, spruzza un po' di limone, spargi un pochino di sale e sistema uno spicchio d'aglio intero ed il rametto di rosmarino. Cospargi di sale, irrora col succo di limone ed ungi con l'olio anche l'esterno dell'orata.
Taglia le patate a tocchetti ed i pomodorini a spicchi, sistemali in una teglia capiente e condiscili con olio e sale, spostali sui lati ed al centro della teglia disponi l'orata. Bagna il tutto con la Vernaccia ed inforna a 200° per circa 30-35 minuti. Controlla a metà cottura, rigira le patate e, se è il caso, aggiungi ancora un po' di Vernaccia. Il pesce e cotto quando, tirando una spina del dorso, questa si staccherà facilmente.
Posta un commento