venerdì 8 novembre 2013

Ragù... quello mitico!

Quel buon odore del sugo che sobbolliva già da un po'... si fondeva con l'aroma del caffè, accompagnando il risveglio del Sabato con la confortante certezza che il pranzo sarebbe stato, come al solito, allegro, festoso e buonissimo!
Anche oggi, quando preparo il ragù di mamma, sentendo l'inconfondibile profumo, mi sento davvero a casa.

tomato sauce














Con le dosi indicate puoi preparare un bel pentolone di ragù che puoi suddividere in porzioni e conservare in freezer, oppure tenere in frigorifero per una settimana.

Cosa ti occorre
gr 500 di macinato di vitellone
4 cucchiai di olio extravergine di oliva Cherchi
2 kg di pomodori pelati o passata rustica
1 piatto fondo colmo di un trito composto da cipolla, sedano e carota
(si trova già pronto surgelato)

2 o 3 foglie di alloro
½ bicchierino di vino rosso
due cucchiai di latte
1 cucchiaio di zucchero
una puntina di cannella
una spolverata di noce moscata
sale q.b.



Come devi fare
Metti l'olio in un tegame capiente e, a fuoco ben vivo, fai rosolare ben bene il macinato, sgranandolo con il mestolo di legno, sino a quando tutta l’acqua che la carne tira fuori sarà consumata, aggiungi il trito di verdure e lascia soffriggere a fuoco dolce. 
Unisci le foglie di alloro, bagna con il vino e, quando questo sarà evaporato, versa un pochino di latte, serve ad ammorbidire la carne. 
Aggiungi ora poco per volta i pomodori pelati sminuzzati finemente, facendo attenzione che il sugo non perda mai il bollore, aggiusta con il sale, lo zucchero, la noce moscata grattugiata al momento e la cannella. 
Lascia sobbollire a fuoco basso basso e con il coperchio per almeno 1 ora rigirando di tanto in tanto. Il sugo è pronto quando riaffiora l’olio.
Posta un commento