giovedì 22 dicembre 2016

Scorzette d'arancia candite ricoperte al cioccolato

Le preparava mamma nelle sere d'inverno, quando le arance sono ben mature. Le conservava in una scatola di latta per preservarne tutto l'aroma... ma duravano poco!
La scatola stava più aperta che chiusa, per offrire ai visitatori, figli, nipoti, amici che passavano per un saluto ed un'augurio la dolcezza di un pensiero... ma in cucina era già "al lavoro", nella profumatissima acqua, una nuova scodella di colorate scorzettine.















Ti occorrono: scorza di arance tipo washington NON trattate – zucchero bianco semolato in pari quantità – cioccolato fondente al 70% (per 350 gr di scorza cruda 150 gr di ciccolato)

Tieni la buccia delle arance per tre o quattro giorni in acqua, cambiandola tutti i giorni, devono perdere l'amaro ed ammorbidirsi un po'. Tagliale quindi a listarelle, pesale, ed in una padella capiente, metti una pari quantità di zucchero ed un po' d'acqua.

zest d'arancia candita





Poni la padella sul fuoco a calore moderato e lascia bollire lo sciroppo rigirando di tanto in tanto. Quando le scorzette inizieranno ad asciugarsi continua a rigirare con attenzione, ed abbi pazienza... l'acqua deve evaporare completamente, le scorzette sono candite quando lo zucchero è nuovamente cristallizzato. Versa le scorzette candite in un piatto o vassoio capiente in modo da arrestare la cottura. 

cottura delle scorze d'arancia candite






Le scorzette perfettamente candite















Per preservare la morbidezza, imprigionala nel cioccolato, fondi quest'ultimo a bagnomaria e spegni il fuoco quando ci sono ancora dei pezzi di cioccolato in modo che questo non diventi troppo liquido. Quando il cioccolato è completamente cremoso, immergi le scorzette, un po' alla volta e rigirale per bene, prendendile con una pinza per pasticceria e mettile ad asciugare sulla carta da forno.


Posta un commento