lunedì 16 giugno 2014

Melanzane in salsa piccante

Che poi piccanti non sono, direi piuttosto agre, ma così si chiamano. Un ottimo piatto da mangiare freddo, ideale da portare in barca. Con la fine delle scuole infatti, il “ristorante” dei pranzi del Sabato chiudeva i battenti, tutti al mare nel fine settimana... con un panino? 
















Cosa ti occorre per 4 persone: 3 o 4 melanzane nere – semola rimacinata di grano duro q.b. - olio per friggere q.b. - 300 gr di polpa di pomodoro – ½ cipolla piccola – 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva – 3 o 4 cucchiai di aceto di vino – 3 cucchiai di capperi sotto sale - sale q.b.


Come devi fare: sbuccia le melanzane, tagliale a fette dello spessore di circa 5 mm, cospargile per bene di sale e lasciale in un colapasta per almeno un'oretta.
Le melanzane tireranno fuori l'acqua di vegetazione e diventeranno morbide, condizione essenziale per una frittura croccante.
Asciuga per bene le melanzane, pressandole leggermente fra due fogli di carta da cucina, infarinale con la semola e friggile in olio per frittura (io uso quello di arachidi) caldo ma non fumante. L'olio dev'essere abbondante, le melanzane devono galleggiare sull'olio e dovrai rivoltarle di tanto in tanto, quando saranno dorate scolale sulla carta da cucina.
Per preparare la salsa, soffriggi dolcemente la cipolla nell'olio, aggiungi le polpa di pomodoro, aggiusta di sale e lascia cuocere pochi minuti sino a che l'acqua dei pomodori non sarà consumata. Lascia raffreddare la salsa ed unisci l'aceto, un po' alla volta ed assaggiando sino a quando il gusto non ti soddisfa, aggiungi anche i capperi che avrai sciacquato e tritato lasciandone da parte qualcuno intero per la decorazione.
Componi il piatto alternando un strato di melanzane con uno di salsa e decora lo strato finale con i capperi interi.
Posta un commento