mercoledì 3 settembre 2014

Gattuccio al sugo

Il gattuccio, gattuzzu a Sassari, è un piccolissimo squalo molto saporito e particolarmente “comodo” da mangiare, infatti a parte la grossa lisca centrale non ha spine. Il problema è la pelle, grossa e ruvida, sicuramente non commestibile. Per fortuna in pescheria si trova già pulito e spellato, pronto per essere cucinato.
















Cosa ti occorre: 700 gr di gattuccio spellato e privato di testa e interiora – 4 cucchiai di olio extravergine di oliva Cherchi – 1 pezzetto di cipolla – 1 spicchio d'aglio - 1 pezzetto di peperoncino - 8 pomodori pelati - 1 cucchiaio di capperi salati – 1 o 2 cucchiai di aceto di vino - sale q.b. - una manciata di prezzemolo tritato - semola rimacinata di grano duro per impanare – olio per friggere.


Come devi fare: taglia il gattuccio in tocchi da circa 3 cm, passali nella semola e friggili, pochi alla volta, in abbondante olio caldo. Scola il pesce quand'è dorato e fallo raffreddare su una carta per frittura.
In una padella capiente scalda l'olio e fai dorare lo spicchio d'aglio intero
(che toglierai), la cipolla affettata sottilmente ed il peperoncino. Aggiungi il pomodoro sminuzzato, aggiusta di sale e lascia cuocere alcuni minuti.
Quando il sughetto sarà freddo condisci con l'aceto ed aggiungi i capperi sciaquati dal sale, i tocchi di pesce fritto ed una manciata di prezzemolo tritato. Rimescola il tutto e lascia insaporire
un po' prima di servire.
Posta un commento